Linvea incontra ISD - Istituto Superiore di Design - Linvea - Industria Vernici Italiana

Linvea incontra ISD - Istituto Superiore di Design

30-04-2017

Linvea incontra ISD - Istituto Superiore di Design

  • Il mondo del colore apre le porte agli studenti dell’Istituto Superiore di Design. Prosegue con buon ritmo, infatti, l’attività didattica e divulgativa di Linvea presso centri di ricerca e istituti di formazione, che costituiscono i contenuti del Progetto ARC Architettura – Recupero - Conservazione, a cura di Marco Papa (Resp. Assistenza Tecnica) e Daniza Buonoscontro (Resp. Committenza). I giovani studenti e progettisti dell’istituto, che hanno partecipato all’Intervento tecnico “Accoglienza e sostenibilità”, sono entrati in diretto contatto con specifiche situazioni e problematiche, da risolvere attraverso le conoscenze e le tecniche prese in analisi durante il corso.

ISD nasce nel 1966 ed è oggi un’eccellenza internazionale di matrice completamente italiana, che opera nel campo della formazione e della ricerca, nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive e della Comunicazione. ISD offre ai giovani creativi una formazione completa, una “Cultura del Progetto” che li accompagna per tutta la vita. Proprio per questo suo processo di creazione costante, ISD è molto più di una Scuola: è un centro in cui prendono forma professionalità di nuova generazione.

Il corso tenuto da Linvea ha dunque incrociato i  profili e la formazione degli allievi di ISD, fornendo loro ulteriori strumenti per la risoluzione di particolari situazioni, nella manutenzione e cura di supporti ove risulti necessario intervenire con specifici prodotti, come quelli commercializzati da Linvea.

Al termine dell’introduzione aziendale di LINVEA, ha avuto inizio la lezione, che si è sviluppata lungo i seguenti punti:

- Studio termografico.

- Fondi idonei per la soluzione delle problematiche dei supporti.

- Prodotti a calce, silicati e silossanici.

- Prodotti ad alta resistenza batterica e meccanica.

- Tecnologia Cool Roof.

- Vari effetti di decorazione.

Strumento prediletto dello Studio Termografico è la termocamera, in grado di rilevare le temperature dei corpi analizzati attraverso la misurazione dell’intensità di radiazione infrarossa emessa dal corpo in esame. Una termocamera ad infrarossi (anche detta telecamera termografica) è un dispositivo senza contatto, che rileva l'energia all'infrarosso (calore) emessa da un oggetto e la converte in un segnale elettronico che viene successivamente elaborato per produrre un'immagine termica su un display ed eseguire i calcoli della temperatura. Il calore rilevato da una termocamera può essere quantificato in modo estremamente preciso, permettendo non solo di monitorare l'andamento termico, ma anche di identificare e valutare la gravità relativa dei supporti nel campo dell’edilizia legati al calore.

Perché utilizzare la termografia a infrarossi? Le termocamere, per il mercato delle costruzioni, sono strumenti potenti e non invasivi per il monitoraggio e la diagnosi delle condizioni di edifici. Con una termocamera è possibile identificare precocemente i problemi, permettendo di documentarli e correggerli prima che diventino più gravi e costosi da riparare.

Fondi idonei per la soluzione della problematica dei supporti.

I prodotti non sono intelligenti. Stabiliamo che ad ogni tipologia di supporto ed in funzione delle caratteristiche della finitura corrisponde uno specifico prodotto di fondo.

La corretta preparazione e la scelta del ciclo dovrebbe iniziare mediante un’accurata spazzolatura e/o pulizia del supporto, per rimuovere eventuale sporco, olio, grasso o vecchie pitture che potrebbero compromettere l’adesione del ciclo di finitura. Bisogna poi scegliere uno specifico prodotto di fondo da adoperare in funzione del tipo di supporto e della finitura desiderata. L’applicazione prevede due mani di finitura,in attesa dei tempi tecnici di stagionatura, in funzione delle condizioni climatiche.

Tra le varie opportunità per diversi tipi di isolamento, sono stati presi in considerazione numerosi supporti dalle diverse proprietà e caratteristiche, recanti una specifica necessità tecnica ed uno specifico prodotto per la sua risoluzione:

  • Supporto a carattere di massima traspirabilità: Fondo K-Sil Trasparente a base di silicato di potassio
  • Supporto cementizio o muratura a carattere d’invecchiamento. (perdita di coesione; sfarinamento ecc): Ancoral PLS - Pigmentato a base di resina pliolite
  • Supporto interno in condizioni di buona/discreta uniformità: Isolante Printal – Trasparente vinilico
  • Supporto interno/esterno in condizioni di discreta uniformità: Isolante Acrilico - Trasparente Acrilico –
  • Supporto interno/esterno in condizioni di discreta uniformità, a carattere di buona/ottima traspirabilità:  Isolante Silossanico - Trasparente acrylsilossanico -
  • Varie opportunità per diversi tipi di isolamento: Isolante Pigmentato - Bianco in base acrilica

I Prodotti a calce, silicati e silossanici

Prodotti a base Calce.

La calce è un materiale antico, che ha segnato le tappe fondamentali della storia millenaria dell'edilizia e dell'architettura. Oggi, si parte, per i prodotti di finitura, dal grassello e non più dal latte di calce che permetteva di ottenere colorazioni scure tipo rosso Pompeiano e il grigio pietrarsa e piperno. Per questi motivi vengono adoperati leganti sintetici imbastardendone e pregiudicandone la qualità e quindi la resistenza nel tempo.

Prodotti ai Silossanici.

La pittura silossanica è costituita da una resina acrilica che conferisce la giusta caratteristica meccanica di adesione,  una resina siliconica che fornisce carattere di idrorepellenza all’acqua e permeabilità al vapor leggermente superiore ad un prodotto sintetico.

Tra i prodotti ad alta resistenza batterica e meccanica, Linvea offre la linea Sanix – Smalto murale per interni a base di ioni d’argento. La tecnologia a base ioni d’argento struttura la proprie caratteristiche intrinseche su una “nuova” concezione di biocida a base nitrato d’argento. Combina una elevata efficacia antimicrobica, con un ridotto potenziale di rischio tossicologico. E’ un biocida esente da formaldeide, alogeni e solventi organici, senza emissioni.

La tecnologia Cool Roof, tetto freddo, è un sistema di copertura che può offrire alta riflettanza solare (la capacità di riflettere infrarosso e ultravioletto, lunghezze d'onda della luce solare, riducendo il calore assorbito dall'edificio) ed alta emissività termica (la capacità di irradiare l'energia assorbita o non riflessa).

Il “cool roof” è un sistema di coperture in grado di riflettere la radiazione solare mantenendo fresche le superfici esposte ai raggi solari. Essendo un sistema di raffreddamento passivo, il “cool roof” si basa sull’uso di tecniche per il controllo del calore principalmente utilizzando materiali ad alta riflettanza solare e ad alta emittanza termica, ovvero la capacità di emettere calore sottoforma di radiazione infrarossa mantenendo il tetto fresco anche sotto il sole.

In chiusura di intervento, gli argomenti lasciano la disquisizione puramente tecnica, per concedersi un tuffo nel fresco mondo della decorazione. Sono stati presi in considerazione i risultati ottenuti da Linvea in particolari realizzazioni, dove sono occorsi i prodotti decorativi della linea Ego:

  • Ego Metal: decorativo per interni ed esterni, con finitura semilucida a effetto metallo grezzo.

  • Ego Silk:  rivestimento decorativo interno effetto seta.

  • Ego Dust: finitura decorativa opaca, per interni ed esterni, ad effetto sabbiato.

  • Alumin: decorativo luminescente che estende la luminosità attraverso la riflessione.